Crea sito

Povia, Sanremo e gay

povia

Leggo che il brano di Povia al prossimo festival di Sanremo si intitola Luca era gay.

Da qui l’insurrezione dell’Arcigay: contestano il fatto che Povia possa cantare di un’idea secondo la quale si può smettere di essere gay, il tutto dedotto solo dal titolo e da alcune precedenti prese di posizione di Povia stesso su questo argomento.

A prescindere che sia vero oppure no che si può “smettere di essere gay”, che non è oggetto del contendere di questo post, non capisco perché dovrebbe essere così scandaloso che qualcuno voglia cantarlo.
Chiaramente, un altro conto sarebbe se il testo fosse discriminatorio, ma solo dal titolo e dal tema generale come si fa a dire che è discrimitorio? Cosa c’è di discriminatorio nei confronti dei gay a dire, o cantare, che qualcuno ha smesso di esserlo?

Siamo sempre così pronti, molti altri ed io stesso, ad accusare la Chiesa quando cerca di fare censura su temi scottanti.
Da un’associazione, l’Arcigay, che si dichiara così libera e aperta non mi aspettavo una chiusura del genere. Credo che sia necessario avere la capacità di sopportare anche idee profondamente diverse dalla propria, purché espresse liberamente, senza polemica e senza discriminazioni.
Forse anche loro sono malati della grande malattia italiana: una società divisa in tante piccole categorie, ciascuna delle quali pensa solo a difendere i propri interessi anche a scapito della libertà altrui di dire la propria opinione, interessi che, in alcuni casi (vedasi sindacati e categorie lavorative varie) sono veri e propri privilegi acquisiti.

4 Risposte a “Povia, Sanremo e gay”

  1. che poi magari era gay semplicemente perchè poi è morto.
    Per dire…
    finchè non si legge il testo cosa si contesta?
    g

  2. sono una ragazza e sono etero!facendo una premessa che non ho nulla di personale contro i gay in questo momento però parlo sopratutto come una fan di povia!solitamente non vado a fare commenti in rete su blog altrui ma questa volta mi sono sentita in dovere di farlo perchè leggendo su un giornale un articolo riguardante povia e la critica ricevuta sul suo brano ho letto anche che povia diceva che tutta questa storia lo penalizza e sta perdendo fan!volevo innanzi tutt mostrare il mio appoggio solidale fedele e comprensivo nei suoi confronti perchè credo che lui(e non parlo solo di adesso)riceva critiche per principio!bisogna per forza criticarlo sennò non si è contenti!basti pensare alla sua carriera:il brano con cui ha esordito:”i bambini fanno ooh”non è stato ammesso a sanremo ma ha riscattato molto più successo della canzone che quell’anno ha vinto!il secondo anno arriva a sanremo con “vorrei avere il becco”che ha ricevuto sempre tante (troppe!) critiche per l’argomento trattato!inoltre mi ricordo che lo si prendeva in giro anche per il suo modo umile sia di cantere che di vestire!bè vorrei ricordarvi com’è andata l’ulima sera! è arrivato in giacca e cravatta(abbigliamento insolito per lui) e con sorpresa di tutti ha vinto il festival!qust’anno tornerà con un’altra canzone e puntualmente arrivano le critiche!ma che vi ha fatto di male?è tanto difficile accettare una persona che ottiene successo solo per il suo talento?bè evidentemente si!ora staremo a vedere quali altri insignificanti dettagli gli tirerete fuori per cercare di sminuirlo! ora però parlo ai gay e a chi ha protestato contro questa canzone!lasciatevelo dire.vi siete dati la zappa sui piedi da soli sentendovi tirati in causa solo perchè il titolo di una canzone riporta la vostra scelta sessuale!non facciamo di un filo d’erba un fascio!la canzone non è stata sentita ancora da nessuno e prima di sanremo non sarà ascoltata quindi state protestando contro qualcosa di cui non siete informati proprio per niente!potevo capire la protesta dopo la pubblicazione ma criticare così mettendo le mani avanti,oltre che violare la libertà di pensiero, parola e espressione di cui ognuno di noi gode ci fate capire che non siete in pace neanche con voi stessi perchè vi sentite tirati in causa quando nessuno ha parlato male di voi!non si può titare fuori da un titolo un intero testo o ancora di più un pensiero!come vedete io non mi sono permessa di giudicare il brano perchè come voi ancora non l’ho ascoltato!qundi magari la prossima volta, invece di agire d’impulso aspettate di essere interpellati realmente in qualcosa!quindi ora vi consiglierei gentilnmente di tacere e poi dopo sanremo e la pubblicazione del brano di povia credo che saremo tutti disposti ad ascoltare le vosre critiche…speriamo un pò più fondate di quelle attuali!ciao p.s.scusate se sono stata un pò troppo lunga!!

  3. NoirPink: assolutamente. concordo.
    concordo meno con quello che hai scritto nel link che hai pubblicato qui, per via di una impostazione che secondo me lascia trapelare un’idea troppo poco disponibile al dialogo, ma magari mi sbaglio.

    chiara: hai fatto una gran tirata, ma ti ricordo che qui legge solo chi ci capita più o meno casualmente, e cioè una parte molto piccola di coloro a cui indirizzi il tuo messaggio.

I commenti sono chiusi.