Crea sito

Prove di Mac

Opening a MacBook Pro

Ho avuto modo di provare a fondo il MacBook Pro prima di acquistarlo. Per questo, ringrazio di cuore l’Apple Store Education di Bologna, SER Data, che mi ha permesso di fare qualunque cosa sui loro Mac. Ho dedicato un intero pomeriggio al test di alcuni programmi di Windows prima su iMac e poi su MacBook Pro. Ho anche dovuto installare io, in prima persona, Windows sul portatile di Apple che ancora non era predisposto, ed è stato molto istruttivo poterlo fare nel negozio per capire come si fa. Ormai è passato un po’ di tempo e non ricordo tutti i dettagli, ma farò il possibile. Ho provato programmi di calcolo a elementi finiti e CAD 3D.

Le caratteristiche delle macchine provate sono le seguenti.
L’iMac era la versione con processore Intel Centrino duo a 2.0GHz, schermo a 20”, scheda video ATI X1600 con 256MB. Erano montati 1,5GB di RAM. Il MacBook Pro era la versione con processore da 1.83GHz in configurazione standard (512MB di RAM e scheda video X1600 con 128MB). A parte la RAM, le caratteristiche dell’iMac erano le stesse del MacBook Pro che volevo acquistare, compresa la scheda video che è in versione Mobile anche su iMac.
Le prestazioni sono state confrontate con quelle del PC fisso che uso abitualmente, un Pentium 4 vecchio di un paio d’anni, ma con parecchia RAM (i dettagli non li ricordo) e con il portatile di un collega, un Dell Precision acquistato giusto prima del lancio dei nuovi processori dual core, con 1GB di RAM, processore Intel Centrino da 1.70GHz (single core) e scheda video professionale certificata OpenGL (mi pare una nVidia quadro, non so esattamente il modello).

Ho provato un paio di software che usiamo in facoltà e che mi ero portato da installare. Un programma di calcolo a elementi finiti, AmeSim, ed un CAD 3D, SolidEdge. Ho avuto modo di fare anche qualche prova con Pro-e, che era sull’iMac.

I risultati sono stati sorprendenti.
I calcolo di un modello di AmeSim piuttosto complicato ha impiegato meno di 7 secondi sull’iMac e non so se il programma era già ottimizzato per utilizzare entrambi i core del processore. Sul portatile Dell lo stesso calcolo ha richiesto 9 secondi, sul fisso più di 15.
SolidEdge ha risposto in modo perfetto in qualsiasi condizione. I piccoli difetti di visualizzazioni che avevo sperimentato su altri calcolatori con schede ATI non professionali erano assenti. Mi riferisco, ad esempio, ai segmenti che non si vedono in movimento mentre se ne disegna il secondo vertice.
Assemblaggi anche complessi ruotano in modo perfettamente fluido, più che sul portatile con scheda OpenGL. Il calcolo delle feature è veloce, il rendering è sembrato affidabile e le prestazioni paragonabili a quelle del portatile.
Per pro-e valgono le stesse considerazioni, ma il test è stato molto meno approfondito.

Sul MacBook Pro ho provato solamente SolidEdge. Le prestazioni sono sembrate le medesime che su iMac, solo in situazioni particolari si sono viste differenze. Il rendering con le ombre di un assemblaggio complesso ha richiesto decisamente più tempo che su iMac; non ho cronometrato, ma la sensazione era netta. Non so se dipendeva dalla scheda video con meno memoria, dal processore più lento, o dalla RAM più limitata.

Nel complesso, sono rimasto profondamente colpito in positivo e, come diretta conseguenza, il giorno dopo mi sono convinto.
A breve (spero) un post con le prime impressioni sul Mac che ora sto usando.mac book pro