Crea sito

Ritorni sfortunati

Tornando dalla Fiera di Milano sabato scorso, mi è capitata questa avventura. Ero in stazione a Bologna che cercavo di tornare a Ferrara il prima possibile.

Sono arrivato in stazione verso le 9.40 (di sera, ovviamente). Il primo treno per Ferrara, un Eurostar, era immediatamente prima del mio arrivo a Bologna, ma aveva 10 minuti di ritardo e doveva ancora partire.
Dico “figo” e corro in biglietteria per fare biglietto e prenotazione. Prima un ragazzotto supera come se niente fosse tutta la fila, e nessuno dice nulla. Poi arriva il mio turno (il treno era appena stato annunciato e sembrava stesse arrivando al binario) quando una signora, antipatica e di colore (ma antipatica non per il fatto di essere di colore, ovviamente) con fare arrogante mi precede. Con fare arrogante mi accusa di volerle rubare il posto, che c’era prima lei in coda, che io ero arrivato dopo. Per carità, anche lei ha fatto la sua coda, ma era dopo di me!
Mi scavolo, perdo il treno, litigo un po’ ma non troppo, poi cerco di andare al bar per prendermi almeno un panino.
erano le 9.58 precise, ho controllato più volte in diversi orologi della stazione. Chiusura bar (tutti i maledetti bar della stazione) prevista alle ore 10.00. Ovviamente, era già chiuso. Impreco, sono seriamente tentato di litigare con la tipa che è dentro a chiudere la cassa, testimonianza che il bar era chiuso già da qualche minuto, e che mi guarda con fare ironico, ma lascio perdere anche questa. Sono un signore.
Attraverso la strada, mi prendo un panino nel bar della piazzetta colma di tossici, torno in stazione, salgo sul treno, avevo la prenotazione. Il mio posto era nello scompartimento (chiuso) occupato dai controllori. Decido che ne ho abbastanza e mi metto in piedi in corridoio a leggere un libro.

Arrivo a Ferrara alle 11, poteva andare peggio. Giusto in tempo per una birra e per la visione de L’Era Glaciale al terzo spettacolo.

3 Risposte a “Ritorni sfortunati”

  1. Anche io ho visto l’Era Glaciale 2 sabato sera co i due scemi. A sto punto andavi al cinema a Milano e ti risparmiavi ore di stress=)

  2. primo maggio … monopoli-roma … 70 minuti (cioè … 1 ora e dieci minuti) di ritardo … Collasso … Roma impraticabile …. arrivo a casa … ore 01,00 del 2 maggio … Ancora sotto shock (c’ho n’età…)
    Bacio!!!

  3. Io nel tuo caso sarei andata in mezza crisi. Eh. I treni, gli orari, i ritardi. E la notte che cala.

    Si si. Niente male.
    Che libro leggevi?

I commenti sono chiusi.