Crea sito

Non facciamoci intimorire dai dati sull’astensione

Il dato per ora è basso (13,3% alle 19).
Praticamente impossibile raggiungere il quorum.
D’altra parte, era scontato quando, anche in condizioni normali, si fatica a raggiungere il 70%. Basta che il 20% scelga di non andare a votare ed il gioco è fatto.

E allora? Forse per questo dovremmo pensare che è inutile fare la fatica di andare alle urne?

Proprio i dati che parlano di bassa affluenza alle urne devono spingerci ad andare a votare. A maggior ragione, un solo voto in più è importante e significativo. Cerchiamo di arrivare almeno al 35%! 35% di Sì e 30% (percentuale ottimistica) di astenuti cronici, dicono che il 35% o meno ha scelto di non votare. In questo caso, quindi, una minoranza avrebbe scelto per la maggioranza. Bella democrazia.

Ma almeno non potranno romperci le scatole gridando alla vittoria.

4 Risposte a “Non facciamoci intimorire dai dati sull’astensione”

  1. a me stupisce questo dato.. ho visto molte persone lanciate verso il non astensionismo. stupisce, e c’è da chiedersi chi si è astenuto perchè. per me lo so, come dicevano i cccp.

  2. Da parte mia, fautore per il voto “sempre e comunque”, devo dire che tutto sommato sono contento così: alla fine meno del 20% (sono i dati del mio seggio dove ho fatto lo scrutatore) dei cittadini ha votato per il si. Troppo pochi per poter parlare di scandalo del quorum mancato. La maggioranza si è espressa per il mantenimento della legge.
    Anche se l’astensione a me pare assolutamente sbagliata.

  3. Panda: tu hai ragione. La maggioranza degli italiani ha voluto mantenere la legge così. Non voglio giudicare questo fatto, non in questa sede.
    Io giudico il fatto che, allora, si poteva/doveva raggiungere il quorum e doveva vincere il NO.
    Perchè, dico, Perchè, dire “astenetevi” invece di “votate no”? A maggior ragione che poi, alla fine, avrebbe vinto (probabilmente) comunque il NO.

  4. E’ un problema da una parte di “civismo”. L’art 48 per me è chiarissimo (anche se l’interpretazione è obiettivamente dubbia).

    Da un’altra di legge. L’art 75 della costituzione andrebbe rifatto, togliendo il quorum, pur aggiungendo degli altri vincoli.
    Solo che anche ammesso di avere 50.000 firme per presentare una legge poi ce la segano subito. Ci proviamo lo stesso?

I commenti sono chiusi.