Crea sito

Apple Music Store

In effetti avrei tantissime cose di cui parlare, tra cui alcuni splendidi titoli dei giornali e telegiornali di ieri. Sono capitato per caso sul sito di Studio Aperto (niente link per pudore) ed è quasi peggio della versione televisiva. Non ce la possono fare a parlare seriamente della tragedia in Asia, e solo seriamente si può parlare di una cosa simile.

Logo iTunesOggi mi è arrivata la carta di credito prepagata di Vodafone, la Vodafone Cash Card, che in quanto a condizioni d’uso batte nettamente la Post-e-pay. L’unico limite è che l’assistenza è esclusivamente telefonica, ma tant’è.

Con quella, mi sono potuto registrare al negozio di musica di Apple, nonostante fosse solo una carta prepagata.

E fino a qui, tutto bene, molto meglio del previsto.

Si da il caso però, che la Vodafone Cash Card avvisi in tempo reale con un sms di ogni operazione sulla carta, fatto assai comodo e che mi ha permesso di scoprire un addebito di 1.98 EUR immotivato. Mi registro, quelli controllano la carta e mi addebitano senza motivo 1.98 EUR! Ma sono pazzi? Meno male che mi è arrivato subito l’sms.

La prima cosa che penso è che, essendo la carta prepagata, abbiano voluto in questo modo verificare la reale presenza di credito su di essa; legittimo direi. Procedo allora all’acquisto del mio primo brano, pensando che quegli 1.98 EUR concidessero con due canzoni, che costano 0.99 ciascuna. Pessima ipotesi. Istantaneamente ricevo un altro addebito sulla carta. Di 1.00 EUR per giunta, e non di 0.99 come avrebbe dovuto essere.

Ora, io ho fatto fino ad ora una pubblicità notevole all’Apple Music Store e mi sono fidato ciecamente di loro, ma me ne sto pentendo.

Prima di arrivare a conclusioni, aspetto la risposta dal loro servizio tecnico, a cui ho dovuto scrivere, naturalmente, in Inglese. Risposta che dovrebbe arrivarmi entro 48 ore, cioè forse entro la mia partenza per Roma. Vedremo.

Per ora, non hanno fatto per niente una bella figura.

Almeno però, sono riuscito ad utilizzare senza problemi il regalo di Natale che avevo ricevuto.

11 Risposte a “Apple Music Store”

  1. Quando ti registri su tantissimi servizi di pagamento online ti vengono sottratti un dollaro o poco più per verificare che la carta esiste e contiene denaro. Riavrai indietro quei soldi entro un mesetto circa… Paypal fa uguale, non preoccuparti! 🙂

  2. beh… mi rincuori theEgo. Ma non ne capisco il senso. Sottrarre qualcosa per verificare mi sta bene. Ma rendetemeli come credito!

  3. @baba: che soddisfazione! anche tu passi ai feed! straordinario! Il tuo problema, che non capita solo a te ma anche ad altri blog, è dovuto alla presenza di un secondo (senza asterisco) nel template. Nel tuo caso sta in fondo in fondo, dove c’è scritto Esempi Javascript: esempio pratico. Toglilo e tutto funzionerà.
    Ho preparato una versione nuova dello script che dovrebbe risolvere a monte questo problema e alcuni altri, uno in particolare molto grave che si presenterà quando splinder introdurrà la nuova barra di formattazione compatibile con FireFox. Aspetto risposte da BlogItalia.

  4. e perchè dovrebbe sentirsi in colpa? Di iscrivermi all’apple music store l’avevo deciso da tempo… ho richiesto la carta di credito per quello e per il libro di rospo verde 🙂
    poi quel regalo ha funzionato perfettamente…

  5. 😉 per fortuna non l’hai letto !

    Devo aggiornare iobloggo….

    Sai com’è, voglio lasciare il mio alterego fuori da splinder … quindi … NON LO CERCARE!

    Un bacione

I commenti sono chiusi.