Crea sito

Il libro di un amico

Oggi, il blog di una persona cara, nonostante ci sentiamo una volta all’anno quando va bene, è tornato in vita per un’appendice.

Un’appendice che mi colma di gioia, sia per il fatto stesso di leggerla, sia per il contenuto.

Il suo blog è uno di quelli che sono diventati un libro, al pari di altri famosissimi come personalitàconfusa. Il suo era (perchè ha deciso di non scriverci più nulla) un blog piacevole da leggere, particolare, intenso, un racconto con personaggi fantastici e affascinanti che avrei desiderato avere il tempo di sfogliare dall’inizio mentre invece l’ho scoperto quando già stava finendo.

Non so chi l’abbia notato, chi abbia deciso di trasformarlo in qualcosa di cartaceo, se sia stato lui stesso a proporsi o altri, ma certamente il risultato sarà un bel libro. Non può contare per promuoverlo sulla notorietà di altri blogger, ma spero che il contenuto stesso del libro ne farà il successo.

Senza contare che così avrò, finalmente, il tempo per sfogliarlo, letteralmente, dall’inizio.

Ci sono due cose però che mi turbano. La prima è che vorrei trovarlo in una libreria vera, perchè sono uno di quelli che non si fidano molto degli acquisti su Internet (soprattutto perche la carta di credito è ancora dei miei genitori). La seconda è che trovo sia un peccato non leggere sul sito dove si può fare l’acquisto quale sarà la destinazione dei ricavi.

Ma lo potete leggere sul suo blog.

Anche io avevo iniziato un esperimento di scrittura su blog, che purtroppo si è arenato per un insieme di cause anche complicate. Peccato. Speriamo possa riprendere e che il risultato possa essere piacevole per chi legge.

Se poi ci sarà ancora questa moda del blog che diventa libro, meglio.

Aggiornamento: mi ero dimenticato di segnalare l’indirizzo da dove si può acquistare il libro. Ora rimedio, ancor più volentieri dopo l’intervento che potete leggere come primo commento a questo post.

7 Risposte a “Il libro di un amico”

  1. Ciao Settolo, grazie per la tua sensibilità nei confronti della bella idea di Rospo. Il sito è stato appena aggiornato con l’appunto sulla destinazione dei ricavi che saranno interamente devoluti all’associazione indicata da Rospo. Il ritardo è dovuto al fatto che il BlogBook di Rospo è in vendita dal mese scorso, ma solo ora ha avuto modo di aggiornare il blog e… noi non sapevamo ancora di questa sua idea. Che però abbiamo accolto e fatto nostra completamente, decidendo, appunto, di devolvere anche i nostri – anche se piccoli – ricavi all’associazione. I BlogBook sono in vendita esclusivamente sul sito Jumper.it, non si trovano nelle librerie, in quanto sono prodotti con la tecnica “print-on-demand”. Ti ricordo però che puoi pagare anche attraverso bonifico bancario e che, comunque, i pagamenti attraverso PayPal sono più che sicuri 🙂
    Ciao ciao,Jo

  2. quando si dice che le informazioni sui blog passano veloci… come avete fatto a trovare il mio blog così rapidamente? ad ogni modo, complimenti 🙂
    risposta chiara ed esaustiva per giunta
    buon lavoro

  3. ps: sto studiando economia… forse bisognerebbe parlare di reddito o risultato o utili invece di ricavi… ma chi capirebbe poi? Ad ogni modo, il fatto che abbiate deciso di indirizzare anche la vostra quota a quell’associazione, vi rende grande merito.

  4. oh nulla di che tracnky è solo che sono una donna in pre-ciclo!
    ed ora sono anche influenzata e inchiodata a letto!

  5. Ciao 7olo, io ho appena acquistato il BlogBook di Rospo… come sai, ho un debole per il suo splendido blog. 🙂
    PS: leggi mai la posta? Go, now, go!

  6. Sigh… non mi è proprio arrivata. L’indirizzo è correttissimo… puoi provare a rispedire? Volendo anche su gmail. Per te, potrei anche darmi una mossa e controllarla via web :p

I commenti sono chiusi.